giovedì 2 giugno 2011

Risotto alle fragole e ovviamente ... Roquefort


Quest'accoppiata ve l'ho già propinata poco tempo fa con la Girondine...non è che manco d'inventiva, credetemi, ma la trovo talmente interessante, che ho pensato che forse forse poteva farmi cambiare idea sul risotto alle fragole...sì, non sono una sua grande fan, anzi per dirla tutta, lo trovo assolutamente noioso e privo di carattere. Ogni volta che l'ho mangiato -mai a casa mia e di solito era stato fatto per impressionare più che per piacere (e qui ho già detto tutto!)- non mi ha mai soddisfatta! Ma se gli si aggiunge un sapore distinto e molto deciso, come quello del Roquefort francese, allora ragazzi è tutta un'altra storia...diventa il risotto più intrigante che io abbia mai fatto/mangiato! E poi last, but not least...volete mettere la soddisfazione di:

1) vederselo "pappare" nel giro di pochissimi minuti dal vostro fidanzato, che vi guarda con occhi colmi di ammirazione e vi dice "Ha un unico difetto: ne hai fatto troppo poco!"
2) vedere fluttuare -sempre il fidanzato in questione non il risotto- in giro per la casa, mentre continua a sussurrare con voce rapita "è troppo buono" 
3) vederselo tornare in cucina alla ricerca della pentola vuota e del mestolo per poterne avere ancora un ultimo assaggio ;-)

Che posso dirvi di più...provatelo!


Risotto alle fragole e Roquefort (dosi per 2)
160 gr di riso (io ho usato il Carnaroli, ma va bene anche il Vialone nano)
50 gr di Roquefort
10 fragole
1 pezzettino di burro
mezza cipolla
brodo vegetale q.b (ca. mezzo litro)
due dita di vino bianco secco
sale e pepe


Tritate la cipolla e mettetela a soffriggere con il burro, aggiungete il riso e tostatelo bene bene. Quando avrà assorbito tutti i grassi, sfumatelo con il vino bianco, e quando questo sarà evaporato, portate a cottura aggiungendo man mano il brodo caldo, pochi mestoli alla volta. Nel frattempo lavate e tagliate le fragole a pezzettini, tenendone due da parte per decorazione. A cottura ultimata, mantecate il risotto con il Roquefort sbriciolato e aggiungete le fragole a pezzettini. Lasciate riposare qualche minuto, in modo che i sapori si amalgamino ed eventualmente salate e pepate (attenzione che il formaggio é già molto salato di suo). 

E visto che è così buono, partecipa al concorso di gustoshop e alla raccolta di Irina:


about food
about food

5 commenti:

  1. mi piace tanto questo risotto! fantastica la spiegazione! e complimenti per la tua cucina! buona festa! Dessi

    RispondiElimina
  2. interessante!!! non mi ha mai ispirato il risotto alle fragole, ma la tua presentazione è stata molto convincente! mi sa che lo proverò! ;)

    RispondiElimina
  3. ma che bella ricetta, complimenti!
    Ho gironzolato nel tuo blog ed è molto carino; fai delle foto splendide, nitide, con soggetti e scenografie particolari mi piace molto, per poi non parlare delle ricette...
    Mi iscrivo come follower così non ti perdo di vista, se vuoi passare a trovarmi ti ofrirò un caffè speciale! un bacio :)

    RispondiElimina
  4. Wow grazie Elena...non ho mai ricevuto tanti bei complimenti...grazie di cuore! Bello avere un'altra amica di blog...sono gia' fan dello zibaldone culinario ;-) a presto!

    RispondiElimina
  5. Ottima versione con il roquefort, proprio stasera faremo il risotto alle fragole ma putroppo abbiamo un ospite anti formaggi stagionati...quindi sara' una versione che proveremo solo noi =)))

    RispondiElimina