giovedì 17 novembre 2011

Sfoglie di patate con crauti alle mele (Kartoffelblattln mit Kraut)


Sono quasi indecente...un'altra settimana senza post :-(  Uffa, cercate di capirmi, sono presissima con la tesi e poi fra 2 settimane mi laureoooooooooooooo...ancora non ci credo!!!! Yuppi! Ok, cambiamo subito argomento, che oggi facciamo un post serio :-))))))
Vi avevo già parlato del Törggelen qui...ve ne ho parlato appunto, ma non ve ne ho dato un vero assaggio! Per cui ho deciso di dedicare qualche post alla cucina altoatesina tipica dell'autunno, che ha un suo fascino tutto rustico e antico! Tanto per sperimentare ricette nuove c'è sempre tempo, rispolveriamo quindi un po' le buone vecchie ricette delle nonne (nel mio caso ringrazio chi le ha trascritte nei libri) e diamoci da fare. 
Il piatto che vi propongo oggi è in assoluto il mio preferito dei Törggelen...lo mangio mediamente 1-2 volte all'anno, in autunno ovviamente, e quindi ci sono particolarmente affezionata. Per questo ho deciso di cimentarmi insieme al LUI (ovviamente l'idea non poteva che essere sua) nella realizzazione di un Törggelen-home edition qui in quel di Padova, con pochi selezionatissimi (e fortunatissimi mi permetto di aggiungere ;-)))) amici, appassionati dell'Alto Adige e delle sue tradizioni, vero???? (Forse in questi anni di università gli ho rotto un po' le ballotte...UPSSSS!) 
Come ogni Törggelen che si rispetti, ovviamente questo piatto è FRITTO...in effetti non solo questo e forse questo rito luculliano mette a dura prova i fegati dei commensali....macchisenefrega ;-)
Quindi sabato mi sono armata del mio grembiulino blu (non so se avete presente quello che indossano sempre i contadini dell'Alto Adige...lo indosso solo quando cucino altoatesino.e non chiedetemi il perchè...forse per entrare nel mood e rinnegare completamente i geni calafricani e lombardi...bo!). Grembiulino blu indossato e con  uno Jodel in sottofondo ho proceduto come segue:



per le sfoglie di patate (Kartoffelblattln) (ca. 20 pezzi)
Ingredienti: 300 gr di patate farinose, 1 tuorlo d'uovo, 1 cucchiaio di burro fuso, 100 gr di farina, 1 cucchiaino di anice, un pizzico di sale, olio di semi per friggere qb.
Sbucciate le patate, tagliatele a dadi e cuocetele a vapore (o lessatele in acqua salata). Fatele asciugare e raffreddare e  passatele al passaverdure e mescolatele al tuorlo d'uovo e al burro. Incorporate al composto la farina, l'anice e un pizzico di sale. Stendete velocemente la pasta su un piano infarinato e ritagliate dei piccoli cerchietti con il coppapasta (ca. 5-6 cm di diametro) o ritagliate dei piccoli quadratini (4 cm x 6 cm). Friggete le sfogliette nell'olio caldo per qualche minuto fino a doratura.

per i crauti alle mele: 
L'aggiunta delle mele è un'idea del LUI. Entrambi non amiamo i crauti quando sono troppo acidi e il tocco della mela li addolcisce, rendendoli più delicati.
Ingredienti: 500 gr di crauti freschi, 1 pezzo di pancetta (ca. 100 gr), 1 cipolla bianca piccola, 750 ml di acqua, 50 gr di burro, 1 mela (vi consiglio la Fuji o la Golden Delicious), 5 grani di pepe nero, mezzo cucchiaino di cumino, 1 foglia di alloro. 
Mettete i crauti, l'acqua, la pancetta, il pepe, il cumino e l'alloro in una casseruola o pentola. Salare e far bollire per ca. 1 ora e mezza. Togliete la pancetta, grattugiate la mela e tritate la cipolla. In un tegame o padella, sciogliete il burro, rosolate la cipolla e saltate i crauti insieme alla mela grattugiata per altri 10 minuti. Eventualmente aggiustate di sale e pepe.

Servite le sfoglie di patate calde con i crauti...una vera delizia ;-)

6 commenti:

  1. Direi che il motivo dell'assenza è più che giustificato!!!!! :))))
    Intanto però io mi rubo una si questa sfogliatina...troppo invitanti!
    Ma sai che i tedeschi mettono la mela quando preparano i crauti? Direi che con la vostra scelta di addolcire ci avete proprio preso! Bravi!

    RispondiElimina
  2. Interessante ricetta presentata con tutti i crismi...in bocca al lupo per la laurea :)

    Bacio

    RispondiElimina
  3. Ciao, ti ho invitato a partecipare a 7 link project, passa da me per le informazioni del caso...naturalmente se ti fa piacere, baci e buona domenica! ele

    RispondiElimina
  4. Ciao, passo per avvisarti che è pronto il pdf della raccolta "Una gita senza formaggio" a cui hai partecipato qualche mese fa.
    Scusa per il ritardo!!
    Buona domenica!
    Cristina

    http://panperfocaccia-grianne.blogspot.com/2011/11/il-pdf-della-raccolta-senza-formaggio-e.html

    RispondiElimina
  5. Ti lascio un piccolo consiglio la frittura sempre in olio EVO (e una cosa cosigliatami da un cuoco di alto livello tempo fa) migliora la fraganza il profumo ,figgre meglio, l'olio assorbe meno , ne trovi a poco prezzo(per friggere è sufficiente)all'eurospin 100%italiano spremitura a freddo (ne ho visto di simile alla coop recentemente di simile 100%italiano sprmemitura a freddo , lo riconosci perchè olio ha un colore piu' saturo
    del consueto e non essendo filtrato è un po'
    torbido ,quello dell'eurospin ha un nome tipo'il podere del conte' quella alla coop una
    nome simile e di provenienza toscana)

    RispondiElimina
  6. ciaoo...bellissimo blog...mi sono aggiunta...
    passa da me se ti fa piacere :)

    RispondiElimina