giovedì 29 settembre 2011

I cappellacci di Ferrara


 

Ufficialmente siamo in autunno (anche se sembra piena estate) e quindi it's zucca time ;-) Mi piace passeggiare tra le bancarelle del mercato, colorate d'autunno, con tante zucche, piccole e grandi, lunghe o rotonde, con quelle sfumature nei toni dell'arancione e verde...mi sono proprio simpatiche e poi sono tanto buone ;-)))) 
Tra le mie versioni preferite della zucca ci sono i tortelli (alla mantovana...un vero classico) e il risotto con gli amaretti, ma i migliori in assoluto rimangono i cappellacci ferraresi. 
Belli grandi e paffuti, hanno la pasta grossa, rustica, che raccoglie al meglio il loro condimento per eccellenza...il ragù!!! È proprio questo contrasto a farmi impazzire, il sapore dolce e delicato della zucca  si sposa a meraviglia con un bel ragù di carne, di quelli fatti bene, cotti lentamente e moooooolto a lungo!!! 
Sono fortunata, perché il LUI ha studiato a Ferrara e quindi li ho mangiati spessissimo, ma sono ancora più fortunata, perché il LUI li sa fare b-e-n-i-s-s-i-m-o... L'altro giorno, per rilassarsi (!!!) ha deciso di farli (con mio sommo gaudio) ed io ho deciso di dedicargli un post, per onorarlo...se lo merita, no???? E poi non sono b-e-l-l-i-s-s-i-m-i???? 


Cappellacci di zucca  (dosi per 4-5 persone, fate anche 6)

Ok, siccome gli uomini quando cucinano, di certo non pensano alla ciccia che si deposita sui fianchi, il LUI fa sempre delle porzioni abbondanti, e siccome uno tira l'altro ed é impossibile limitarsi ad una porzione piccola, vi consiglio di servirli come piatto unico, sono abbastanza sostanziosi, ma buoni buoni buoni


5 uova
400 gr di farina 00 (noi abbiamo usato quella Antigrumi di Molino Chiavazza)
1 kg di polpa di zucca (ca. 1 zucca medio-piccola)
parmigiano reggiano qb (un bel po')
pangrattato qb
noce moscata
cannella in polvere
sale&pepe

Accendete il forno a 180 gradi, preferibilmente ventilato. Tagliate la zucca a metà, ripulitela dai semi e tagliate a pezzetti (con la buccia), mettetela su una teglia foderata di carta da forno (o stagnola) quando il forno sarà caldo, infornatela e cuocetela per ca. 20 minuti (in questo modo perde gran parte dell'acqua contenuta) e lasciatela raffreddare.
Preparate la sfoglia con 4 uova e 400 gr di farina: sulla spianatoia formate una fontana con la farina con le uova in mezzo ed impastate con forza per ca. 15 minuti (il LUI ha usato la planetaria con il gancio per impastare). Lasciate riposare l'impasto per una mezz'oretta.
Questa sfoglia non deve essere sottilissima, ma molto molto elastica e ciò si ottiene impastando, quindi magari concedete qualche minuto in più a questa operazione.
Mettete la polpa della zucca in un recipiente e schiacciatela con una forchetta. Aggiungete 1 uovo, la punta di un cucchiaio di noce moscata, un pizzico di cannella, pangrattato e parmigiano qb per ottenere un composto denso (la quantità dipende un po' dalla qualità della zucca, quindi dovete regolarvi voi). Salate e pepate il composto.
Stendete la sfoglia con il matterello (meglio se quelli lunghi) su un piano infarinato (meglio se di legno), attenzione a non stenderla troppo sottile (se usate la nonna papera fermatevi al 4 o al 5). Tagliate la sfoglia in quadratoni con il lato di 5 o 6 centimetri e ponetevi al centro un cucchiaio abbondante di impasto di zucca, chiudete in quadrato in diagonale in modo da formare un triangolone e, successivamente unite le due estremità come per fare un grosso tortellone.
Lessate i cappellacci in abbondante acqua salata e conditeli con abbondante burro fuso, salvia e una puntina di noce moscata o come prevede la ricetta classica con del ragù di carne (noi li abbiamo mangiati così :-)))). Spolverate generosamente con parmigiano reggiano. 



Augurandovi un buon weekend, ne approfitto per segnalarvi due eventi in Alto Adige, sicuramente molto interessanti e ai quali intendo partecipare:
2) La festa dello speck in Val di Funes

Se siete nei paraggi, fatemi sapere!!!

E poi last but not least...avete fatto un salto su Gente del Fud???? Se non lo avete ancora fatto...FATELO IMMEDIATAMENTE ;-))))

Buon weekend! 


P.S: i cappellacci partecipano ai contest:

about foodabout food



11 commenti:

  1. Veramente un grand'uomo il tuo LUI....tientelo stretto e apri la bocca ogni volta che ci sono i "cappellacci" ;-) Peccato per gli appuntamenti segnalati, per me decisamente furoi "portata".

    Buon week end

    RispondiElimina
  2. Ei ciao , carina come idea..
    Mi unisco a te :)
    se ti và passa a trovarmi..
    Ti aspetto

    http://cupcakes-site.blogspot.com/ ♥

    RispondiElimina
  3. Ohh i cappellacci! Che meraviglia! Non sia da quanto tempo li voglio parlare a fare! E' da quando andavo alle elementari che la mia maestra, originaria di Ferrara, me ne parlava! ;-) Ti sono venuti benissimo!

    RispondiElimina
  4. non conoscevo questi cappellacci!!! devono essere squisiti!!! ;)

    RispondiElimina
  5. Sono perfetti, sembrano quasi finti!!!Sei davvero brava! Smack!

    RispondiElimina
  6. ma come hai fatto a farli così belli? sono perfettamente uguali...sei un genio!

    RispondiElimina
  7. Grazie mille, ma non e' merito mio ;-) he he he

    RispondiElimina
  8. Se lo merita senz'altro questo post! Bravo, bravissimo, anzi di più!

    RispondiElimina
  9. Sei proprio brava, complimenti, Pat, appena apro un blog ti prenderò ad esempio :-)
    Pat

    RispondiElimina
  10. Grazie milleeee!!!! Che carine ;-)

    RispondiElimina
  11. Impossibile compere con voi nel contest.
    Complimenti per queste delizie.

    RispondiElimina